Passa ai contenuti principali

Post

A mia figlia

Eppur ricordo, nel tempo infinito, il non stinto sorriso. Bimba assai dolce dalla bionda chioma, azzurri e profondi occhi tuoi di luce. Eppur ricordo, oggi come ieri, la soavità del tono, la bianca pelle, i sorrisi imperfetti e i passi incerti. Simile a me stessa, tu ancora adesso, sei gioia nel riflesso. Cara al mio cuore, luce degli occhi, nei miei giorni, stella. Cammini al mio fianco e sorrido, nei tuoi successi mi crogiolo senza eccessi. E quando ormai avanti negli anni cadrò, tu mi alzerai. Le nostre mani allora osserverò, tu madre e io figlia!


Rita Vieni

Post recenti

Luce

Aspetto la luce mentre tace la
notte nel ventre dei suoi incubi!

Rita Vieni


Io e te

Mi fondo assorbendoti. Mi insinuo reclamandoti. Lego la tua voce alla mia. Vedi il mondo doppiamente!

Rita Vieni

Io

Sogno da sveglia, intanto sogno e respiro la mia libertà!
Rita Vieni

Sensazioni

Guardo il mare, ho voglia di navigare. Guardo il cielo, ho voglia di volare. Guardo la strada, ho voglia di camminare. Mi sdraio dentro un punto del definito, non parlo perché ascolto l'indefinito: in collina odo muta mentre spero e temo l'infinito!

Rita Vieni

Inverni

In questo inverno sverno lungo rive taglienti di solitudini e dolcemente approdo sotto coltri d’amore ed echi. Voci, deissi rimbombanti tenere e dolci, soavi e gradevoli, caldi e roventi, zuppe di fragranza prendono per mano il cuore conducendolo verso sapori mai dimenticati e tragitti uguali, diversi nelle rughe a me donate.

Rita Vieni